Corrado Michelozzi

 

Opere

Corrado Michelozzi Natura morta con frutta, olio su tavola cm. 30x40

Corrado Michelozzi Natura morta con fiori, olio su tavola cm. 70x50

Biografia

(Livorno 1883-1965)

Studia alla Scuola di Arti e mestieri di Livorno, diviene un fine decoratore e pittore. Il suo soggetto preferito sono i fiori, che dipingerà sempre in modo diverso e sofisticato grazie ad un’ampia tavolozza di colori. Frequentatore del Caffè Bardi gli amici pittori lo chiamano affettuosamente “Borchia”, nel 1920 è tra i fondatori del Gruppo Labronico. Una delle sue opere più famose è della fine degli anni’20 “Il giornale o amici nello studio” rappresenta una redazione di giornale.Tra le mostre a cui ha partecipato si segnalano la I° mostra della secessione romana nel 1913, la primaverile fiorentina del 1922 con 4 opere L’Uomo seduto, Sul palcoscenico, Mia madre, Marta, la V° Quadriennale di Roma nel 1948, varie presenze a mostre regionali e provinciali del sindacato fascista tra cui la IV° Mostra Provinciale Livornese del 1932. Ultime mostre dedicate all’artista nel 1967 a due anni dalla morte, con presentazione di Renato Natali e nel 2013 una retrospettiva dal titolo Corrado Michelozzi 1883-1965, entusiasta del Barocco a cura di Francesca Cagianelli gli viene dedicata nella pinacoteca di Collesalvetti..